Autonomia auto elettriche: come preservare le batterie

Le condizioni meteorologiche come il caldo (o il freddo) intenso hanno un impatto significativo sull'autonomia delle auto elettriche, al cui cuore ci sono le batterie

Secondo una ricerca condotta da AAA, con una temperatura di 35 gradi e l'aria condizionata accesa, il driving range può diminuire in modo importante. 

Di conseguenza, l’autonomia ridotta ha una grande implicazione per i proprietari dell’auto: dovranno essere più attenti alla quantità di ricarica disponibile, specialmente se si tratta di fare lunghi viaggi.

 

C’è una buona notizia, però: i proprietari di auto elettriche possono adottare diverse misure per massimizzare l’autonomia e preservare le batterie quando fa caldo. Vediamo come fare. 

 

 

Cerchi più informazioni sulle auto elettriche? Clicca sul bottone qui sotto e scarica la nostra guida gratuita! 

Scarica la guida sulla green mobility

 

Autonomia auto elettriche: aumentala con questi quattro consigli

Ecco quattro suggerimenti utili per preservare le batterie e consentire che si ricarichino al meglio, ottimizzando le prestazioni anche in caso di caldo intenso.

 

1. Migliorare l’autonomia delle auto elettriche: fai un uso accorto dell'aria condizionata

L’aria condizionata, si sa, per funzionare ha bisogno di un certo grado di energia. Nelle auto elettriche, per ottimizzare il consumo delle batterie, è bene impostare il condizionatore ad una temperatura corretta.

Ne abbiamo parlato anche all’articolo “Viaggiare con l’auto elettrica: cinque consigli per pianificare tutto”: è normale che, quando ci si siede alla guida di un’auto che è stata al sole, venga automatico accendere l’aria condizionata al massimo. Questo però non è un uso accorto: per preservare le batterie, è più indicato abbassare i finestrini un paio di minuti prima dell’accensione del veicolo, per far uscire l’aria calda, e accendere l'impianto su 23/24°, dirigendo le bocchette dell’aria verso la parte alta dell’abitacolo. Se puoi, è consigliato parcheggiare all’ombra e sfruttare la funzione “pre-condizionamento” disponibile su alcune vetture e attivabile da remoto: in questo modo l’auto elettrica gestisce in modo autonomo il raffreddamento e quando salirai a bordo il clima sarà perfetto! 

 

2. Migliorare l’autonomia delle auto elettriche: carica la batteria tra il 20% e l’80%

Le batterie moderne si caricano più velocemente se sono in un range tra il 20% e l'80%. Oltre questa soglia, la batteria richiede uno sforzo maggiore per caricarsi: tale sforzo crea calore, che nel tempo causa un deterioramento delle batterie, portandole a scaricarsi più velocemente. 

Per lo stesso motivo, cioè la generazione di calore potenzialmente dannoso, è consigliato usare con parsimonia le stazioni di ricarica rapida in estate: queste funzionano fornendo alimentazione CC direttamente alla batteria, utilizzando cavi speciali che bypassano le apparecchiature di ricarica di bordo. Maggiore è la velocità di corrente applicata durante il processo di carica, maggiore è la generazione di calore, quindi in presenza di clima torrido è preferibile non usare regolarmente le colonnine a ricarica ultra-fast. 

 

Per un ulteriore approfondimento, puoi leggere anche l'articolo "Batterie per auto elettriche: le domande più frequenti". 

 

Ecco come sono fatte le batterie delle auto elettriche del Gruppo Volkswagen. 

 

3. Migliorare l’autonomia delle auto elettriche: utilizza l’impostazione di guida “eco mode“

Molte auto elettriche offrono la modalità di guida “eco”, che aumenta l'efficienza del veicolo limitando la quantità di potenza che fornisce ai sistemi elettronici. Poiché l’auto elettrica consuma più energia con il caldo, l'utilizzo di questa modalità, specialmente nei viaggi a lungo raggio, farà risparmiare notevolmente autonomia.

 

4. Migliorare l’autonomia delle auto elettriche: controlla gli pneumatici 

Le auto elettriche tendono a pesare più dei modelli con motore a combustione interna per via dei pacchi batteria. Ad esempio, Volkswagen e-Up! pesa 330 kg in più rispetto alla versione standard a benzina.

Di conseguenza, un peso maggiore significa che è necessario prestare particolare attenzione al monitoraggio della pressione degli pneumatici di un’auto elettrica. Questo è ancora più importante durante il periodo estivo, dove gli pneumatici sgonfi possono ridurre l’efficienza del veicolo e - di conseguenza - la durata della batteria. Se non puoi rivolgerti al tuo service di fiducia per controllare che sia tutto in ordine, la maggior parte delle stazioni di servizio offre il servizio di controllo della pressione delle gomme. Inoltre, ti consigliamo di valutare di installare le gomme estive per il periodo di caldo più intenso.

 

 

 

In conclusione, specialmente per ciò che riguarda i veicoli elettrici, il nostro comportamento di guida ha un’influenza significativa sull’autonomia delle batterie, che quindi vanno conosciute a fondo per essere utilizzate al meglio. 

 

E tu, quante ne sai sulla mobilità sostenibile? Clicca sul bottone qui sotto e fai il quiz! 

 

quiz mobilità sostenibile

 

2022-06-26 01:52:11

Vai all'articolo precedente

ŠKODA Pavia: scopri l’offerta di Fratelli Giacomel

Vai all'articolo successivo

Traffic Jam Assist: l’aiutante perfetto in mezzo al traffico

Lascia il tuo commento