Una Volkswagen Passat da record: oltre 730mila km e zero problemi

Ha una voce gentile e solare, Enrico. Quando risponde al telefono, un leggero rumore di fondo fa capire che è in viaggio.

A bordo della sua Volkswagen Passat Variant del 2011, con cui ha già percorso più di 730mila chilometri. Un vero record, che stupisce anche i responsabili del Service non solo per la longevità, ma per la qualità con cui questo modello affronta il suo decimo anno di vita. Ecco allora che abbiamo chiesto proprio a Enrico di raccontarci qualcosa di più sulla sua Passat.

 

 

Vuoi ricevere le nostre news in anteprima via mail? Clicca sul bottone qui sotto e iscriviti alla newsletter!

 

Iscriviti alla Newsletter

 

 

- Enrico, che lavoro fai?

Sono un imprenditore del settore cosmetico, più precisamente sono attivo nel ramo dei prodotti per i parrucchieri.

 

 

- Per lavoro quindi viaggerai tanto. Usi la tua Passat anche per i viaggi personali?

Assolutamente sì. La mia Passy, ormai la chiamo così, mi accompagna da dieci anni in tutti i viaggi che faccio, sia di lavoro sia di piacere. E prima di lei avevo un’altra Passat, arrivata a oltre 400mila chilometri e che poi ho cambiato in favore del modello più recente. Mediamente percorro 6/7mila chilometri al mese, giro in tutta Italia. Ma non sono sempre da solo, per le vacanze la Passy trasporta tutta la famiglia: io e mia moglie, mia figlia e il nostro cane.

 

Volkswagen passat da record

Passy, la Volkswagen Passat da record di Enrico

 

 

- Dieci anni sono già una bella età per un’auto. Usata così tanto, poi, sarà protagonista di molti ricordi. Quali sono i più particolari che ti vengono in mente?

I ricordi più belli sono legati alle vacanze estive. Io e la mia famiglia abbiamo l’usanza di trascorrere una settimana a Corvara, sulle Dolomiti, tutti gli anni. Un luogo stupendo, con un paesaggio davvero speciale. La Passy ci ha sempre accompagnati senza problemi lungo quelle strade di montagna, tortuose e panoramiche. Ma non solo: la Passy è stata anche all’estero. Ci ha portato ad Amsterdam, nella Foresta Nera di Friburgo e spesso in altre regioni della Germania. La Passat Variant è una compagna affidabile e versatile: non ho mai avuto un problema, non ho mai dovuto rinunciare a lei per spostarmi, nemmeno in alcune zone montuose tipicamente più difficili da praticare.

 

Corvara - strada di montagnaCorvara, località turistica in Alta Badia

 

 

- C'è mai stata una volta in cui la tua Passat ti ha veramente sorpreso?

È successo in ben due occasioni. Mi sono sorpreso di come la Passat abbia una fortissima tenuta di strada, soprattutto in una situazione abbastanza seria.

 

 

- Quindi la sicurezza della Passat ti ha colpito?

Decisamente si! Sai quelle situazioni dove il panico prende il sopravvento e non è del tutto ingiustificato… anche in quell'occasione la Passat "mi è rimasta vicina" e in carreggiata. Avere un auto cosi ti fa sentire più al sicuro. E non è stato l’unico momento in cui l’ho pensato. Tornando da un viaggio dalla Germania mi sono imbattuto in una bufera di neve. Il vento soffiava da tutte le parti, le condizioni stradali non erano delle migliori e la visibilità era scarsa. Tantissime auto erano bloccate, ma la mia Passy invece piano piano mi ha portato sulla via di casa. 

 

Passat conta chilometri

Il contachilometri della Passat di Enrico

 

 

- Un’auto molto robusta, insomma! Ma avrai dovuto fare qualche lavoro di manutenzione straordinaria, fino ad oggi, o proprio niente?

Ho fatto sempre gli interventi al Service di Fratelli Giacomel come da programma, le manutenzioni ordinarie. Mi è successo pochissime volte di dover effettuare manutenzione straordinaria, e sempre per "sviste" mie. 

 

 

- Quindi se dovessi dire tre aggettivi riferiti alla tua auto, quali sarebbero?

Affidabile, comoda e maneggevole. Dopo tanti anni la conosco bene, ne ho una padronanza assoluta e la guida è veramente un piacere. Infatti non ho intenzione di cambiarla a stretto giro!

 

 

- E se invece dovessi dire tre aggettivi riferiti al service di Fratelli Giacomel, quali sarebbero?

Non ho tre aggettivi, solo una considerazione: al Service mi sento come uno di famiglia. C’è Sergio che prova la Passy e ogni volta mi dice “è incredibile questo chilometraggio!”, ci sono Daniele, Davide e Luca, c’è Sara in cassa che mi prepara tutti i documenti e l’auto di cortesia. Il servizio è impeccabile. Sono affezionato e sono sicuro che anche loro si siano affezionati a me, dopo tutti questi anni!

 

 

Enrico ringrazia, da lontano si sente il rumore dell’asfalto che scorre veloce sotto la sua Passat. E chiude la chiamata scherzando: “chissà, magari se arrivo al milione di chilometri vinco una Passat nuova!”.

 

Intanto, noi di Fratelli Giacomel gli auguriamo buon viaggio e lo aspettiamo al prossimo traguardo. 

 

Iscriviti alla Newsletter

 

Vai all'articolo precedente

Fratelli Giacomel: ieri, oggi e domani...

Val all'articolo successivo

SEAT MÓ eScooter 125: lo scooter elettrico per la mobilità urbana